Fondata nel 1997 e con sede a Torino, la Corporazione Arcieri Storici Medievali è il più antico sodalizio nazionale dedicato all’arcieria storica medievale. Questa organizzazione rappresenta un faro per gli appassionati di rievocazioni storiche, combinando tradizione e innovazione per mantenere viva la memoria del medioevo attraverso l’arte del tiro con l’arco.

Struttura e Organi di Comunicazione

La Corporazione Arcieri Storici Medievali si distingue per una struttura organizzativa solida e ben definita, che include il Consiglio Direttivo e vari comitati specializzati. Gli organi di comunicazione della Corporazione sono fondamentali per diffondere le iniziative culturali e rievocative. Il blog ufficiale “L’araldo della Corporazione” (corporazione.blogspot.com) e la pagina Facebook (facebook.com/corporazione.it) sono i principali canali attraverso cui la Corporazione condivide notizie, eventi e aggiornamenti con i suoi membri e il pubblico appassionato.

Novità: Sistema Premiale

Una delle novità più significative introdotte recentemente è il Sistema Premiale “Freccia al Merito”, approvato dal Consiglio Direttivo il 21 maggio 2024. Questo sistema premia l’impegno e il merito all’interno della Corporazione con tre distinti riconoscimenti: Freccia di Bronzo, Freccia d’Argento e Freccia d’Oro. Ogni benemerenza riconosce un livello crescente di contributo e dedizione, sia per i membri interni sia per individui o enti esterni che abbiano significativamente supportato gli scopi della Corporazione. La consegna degli attestati avverrà durante cerimonie ufficiali, sottolineando l’importanza di questi riconoscimenti.

Attività associative

Patti di Alleanza e Mutuo Riconoscimento

La Corporazione Arcieri Storici Medievali ha sempre valorizzato le collaborazioni con altre organizzazioni culturali. Nel 2024, è stato stabilito un nuovo Patto di Alleanza e Mutuo Riconoscimento con il Centro XXV Aprile, un’associazione apolitica e culturale che promuove i valori patriottici e morali attraverso una rete nazionale. Questo nuovo patto si affianca ai precedenti, tra i quali quello esistente dal 2005 con la Libera Associazione Ricercatori Templari Italiani (L.A.R.T.I.), fondata nel 1982, che ha portato a significative sinergie culturali negli anni.

Attività associative

Attività e Storia

Dalla sua fondazione ventisette anni fa sulle rive del torrente Nera in Umbria, la Corporazione ha visto una crescita costante in termini di membri e iniziative. Raduni annuali in località suggestive come la Repubblica di San Marino e il ricetto medievale di Candelo in Piemonte hanno consolidato il legame tra i rievocatori e promosso l’arcieria storica.

E per numerosi anni, sempre la Corporazione Arcieri Storici Medievali, è stata membro – tramite il suo prima vice e poi presidente Franco Faggiano (autore del libro “Arcieria & Cavalleria”) – del comitato di redazione della rivista nazionale Arco, pubblicando articoli, saggi e foto.

L’Ordine Cavalleresco delle Frecce Dorate, un’istituzione interna alla Corporazione, ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti, e la formazione di nuovi arcieri rievocatori è stata promossa attraverso la Medieval Archery Academy. Nonostante le sfide, la Corporazione ha mantenuto coerenza e dedizione, diventando un punto di riferimento per gli appassionati di arcieria medievale.

Logo Corporazione

Futuro e Prospettive

Guardando al futuro, la Corporazione Arcieri Storici Medievali ha in programma la pubblicazione di un libro di saggistica per lasciare un segno tangibile del proprio operato e lo sviluppo di nuovi progetti culturali come Procedamus. Questi sforzi mirano a consolidare ulteriormente la presenza della Corporazione nel panorama culturale nazionale, creando ulteriori sinergie con importanti realtà italiane.

In conclusione, la Corporazione Arcieri Storici Medievali continua a rappresentare un esempio di eccellenza nella rievocazione storica, celebrando la tradizione e l’arte dell’arcieria medievale attraverso un impegno costante e innovazioni significative.

Articolo precedenteBeethoven. “Sinfonia n° 7”
Articolo successivoRivoluzionari al Profumo di Rose: Una Critica alla Superficialità Intellettuale
Antonio Rossello
Antonio Rossello, è nato a Savona nel 1964 e vive ad Albisola Superiore (SV). Padre di Francesco. Laureato in Ingegneria meccanica all'Università degli Studi di Genova nel 1989, diploma di Laurea internazionale Dr. HC in Sociologia rilasciato dall’Università Internazionale U.P.T.E.A.G. il 24/04/2024 . Dopo il Corso Allievi Ufficiali di Complemento presso la Scuola Militare Alpina di Aosta, ha prestato servizio militare, nell'Arma dei Carabinieri come Ufficiale con il grado di Sottotenente nel 1989/90. Attualmente in congedo con il grado di Tenente. Tornato alla vita civile, dal 1991 è alle dipendenze dell’azienda elettromeccanica genovese ANSALDO ENERGIA. E’ stato in trasferta per lavoro in vari Paesi europei, del Medio Oriente, dell’Africa del Nord e dell’Asia . Ha retto diversi incarichi civili ed associativi: membro dell’Assemblea del Corsorzio Depurazione Acque di Savona, Consigliere della Sezione di Savona e del Gruppo delle Albisole dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA), prima Consigliere e, dal 2003 al 2011, Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC) Sezione di Savona. Tra i promotori di varie iniziative a carattere sociale, culturale e patriottico promosse da ANC, ANA e Conferenza permanente dei Presidenti delle Associazioni d’Arma, Combattentistiche e Patriottiche della Provincia di Savona . Ulteriormente Socio dell’ I.P.A. (International Police Association), dell’U.N.U.C.I (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia), dell’A.I.O.C. (Associazione Insigniti Onorificenze Cavalleresche), della F.I.V.L. (Federazione Italiana Volontari per la Libertà) e donatore di sangue dell’A.V.I.S. Insignito dell’Onorificenza di Cavaliere della Repubblica (O.M.R.I.) nel 2007, Cavaliere di Ufficio del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Ramo Spagna (2024), Refendario con titolo Grande Ufficiale di 1^ grado di Giustizia (KCLJ-J) dell'Ordine Militare ed Ospedaliero di Lan Lazzaro in Gerusalemme - Malta nel 2022, dell’Attestato di Beneremenza dell’U.N.U.C.I , della Benemerenza Rossa A.V.I.S e dell’Onorificenza di Primo Livello dell'Associazione Italiana Combattenti Interalleati (A.I.C.I.). E’ stato coinvolto, come coautore, nell’Antologia “Alpini e Carabinieri al servizio dell’Italia” pubblicata da ANC ed ANA nel settembre 2002. Nel 2012 ha ricevuto la consegna della medaglia d’argento della FIVL. E’ attualmente Web Editor dei siti ufficiali di alcuni artisti ed autori locali, Presidente del Centro XXV Aprile, Presidente della Federazione Provinciale di Savona e della Sezione delle Albissole dell'Associazione Italiana Combattenti Interalleati (A.I.C.I.), Segretario della Federazione Provinciale di Savona dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra (A.N.V.G.), Presidente della Federazione Provinciale di Savona dell'Istituto del Nastro Azzurro, Segretario Associazione Nazionale Carabinieri Sez. Varazze e Socio ANCRI (ASSOCIAZIONE NAZIONALE INSIGNITI DELL'ORDINE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA), membro direttivo sindacale di categoria. Cofondatore della Rassegna multiculturale “Dal Mare alle Langhe fino al Monferrato”, dal 2013 ad oggi promossa dal Centro XXV Aprile, congiuntamente ad altre Associazioni e alle Amministrazioni di Bubbio (AT), Monastero Bormida (AT), Ponti (AL), Denice (Al), Albisola Superiore (SV), Albissola Marina (SV).